LA VERITA SUL CASO HARRY QUEBERT (Joel Dicker)

Sono sempre stata un pò scettica riguardo ai “casi letterari dell’anno”. Primo perchè ogni casa editrice da qualche anno a questa parte ha perso il contatto della realtà cominciando a pubblicizzare ogni pubblicazione come un “fenomeno nato dal passaparola” oppure come “il libro nel cassetto che per sbaglio è stato scoperto e riconosciuto con il prestigio che merita etc”. Secondo perchè ogni alta aspettativa all’acquisto dei suddetti è sempre stata delusa. In un certo senso come questa volta.

Per carità non fraintendetemi, questo volume conta quasi 700 pagine e sono rimasta incollata ad ognuna di essere con una foga da quindicenne appassionata di gialli inaudita e sconcertante. Partiamo dai pro va la:

TRAMA: E’ un giallo moderno, quindi intricato e pieno di improbabili elementi. E’ una storia ben architettata anche se ritengo che l’autore abbia messo un pò troppa carne al fuoco, un pò troppi personaggi da muovere e sviluppare, arrivando irrimediabilmente solo in superficie, senza approfondirne mai nessuno, forse neanche Marcus il protagonista, o Harry l’altro personaggio fondamentale della storia.
Però la storia nonostante i difetti acchiappa fin da subito, e tu rimani lì attaccato come una cozza finchè dopo aver sospettato di ogni personaggio della storia non arrivi finalmente a smascherare il colpevole.

PERSONAGGI: Come accennavo prima il sinonimo per questi personaggi è SUPERFICIALITA. Non vengono approfondite nè la loro psicologia nè le loro relazioni tra loro stessi. Nel libro ad un certo punto una storia d’amore terrà banco per un pò anzi è la storia d’amore che permea tutto il romanzo, quella da cui si è scatenato tutto. La storia d’amore peggio descritta nella storia però. Ok che era una storia complicata, tra un uomo e una ragazza molto più giovane di lui,e che magari non a tutti gli scrittori è capitata, ma un minimo di attenzione in più avrebbe lasciato qualche sfumatura più incisiva, abbastanza almeno da renderla credibile al pubblico.
Piattume piattume piattume

Li vale i 20 Euro che costa? Dipende cosa cercate in una storia. Se la vostra attenzione è solitamente concentrata sulla storia e i suoi sviluppi, si, è un libro con una trama affascinante, mentre se vi interessa anche quello che c’è dietro, il lavoro sui personaggi, la psicologia, gli ideali, e la storia nel suo insieme, è una ciofeca colossale.
A voi la scelta 🙂

VOTO FINALE: per me è un 7/10

Annunci

3 pensieri su “LA VERITA SUL CASO HARRY QUEBERT (Joel Dicker)

  1. Iiinsomma..indecisa se prenderlo o meno, penso che non lo prenderò! 🙂
    I casi letterari dell’anno mi stanno fregando troppo spesso…
    Grazie mille per avermi aiutato nella scelta!
    Ho scoperto oggi il tuo canale e il tuo blog: comincio volentieri a seguirti!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...