PREMIO STREGA 2014: I 12 FINALISTI

premio stregaBuonasera giovani amici miei…. Mi ero ripromessa qui di seguire questo evento e mi accingo a farlo, un pò riluttante, ma questa è un’esperienza che almeno una volta nella vita va fatta. Vi ho abbandonati durante l’attesa della cernita della rosa dei 12, MA e sottolineo MA ho fatto i compiti a casa. Ho dato una scorsa a tutti i titoli alle trame, alle copertine, ho analizzato un sacco di cose e ho dato un mio umilissimo parere a riguardo.
Ho scelto la mia personale rosa dei 12 e ho aspettato la proclamazione dei nomi per confrontarla. Per cui ho lavorato in sordina diciamo. Ecco cosa ne è venuto fuori. Allora per meglio comprendere la mia analisi ho usato i colori e le sottolineature ma mi rendo conto di aver creato un gran casino. Dunque partendo dall’elenco originario dei concorrenti, IO ho evidenziato con l’evidenziatore giallo la mia personale rosa dei 12, mentre ho colorato di verde i titoli che sono stati scelti. Quando incontrate un titolo cancellato cioè barrato vuole dire due cose: se l’ho inserito nella rosa dei 12 vuole dire che a me ispira ma che secondo me non vince, se invece non l’ho inserito nella rosa dei dodici vuole dire che rimarco particolarmente la mia convinzione che quel titolo non verrà scelto nè come finalista nè come vincitore.

 

1. Intanto anche dicembre è passato
(Baldini&Castoldi) di Fulvio Abbate

2. Oltre le Colonne d’Ercole
(Book Sprint) di Lorenzo Bracco e Dario Voltolini

3. Match nullo
(Cavallo di Ferro) di Luca Canali

4. Non dirmi che hai paura
(Feltrinelli) di Giuseppe Catozzella

5. Lisario o il piacere infinto delle donne
(Mondadori) di Antonella Cilento

6. Il mantello di porpora
(La Lepre) di Luigi De Pascalis

7. Il paese senza nome
(Carabba) di Lucianna Di Lello

8. C’è posto tra gli indiani
(Perrone) di Alessio Dimartino

9. Bella mia
(Elliot) di Donatella Di Pietrantonio

10. Publisher
(Fazi) di Alice Di Stefano

11. Riscatto
(Libroteca Paoline) di Melo Freni

12. unastoria
(Coconino Press) di Gipi

13. To Jest
(Edizioni il Foglio) di Fabio Izzo

14. Calcio e acciaio
(Acar) di Gordiano Lupi

15. Viaggiatori di nuvole
(Marsilio) di Giuseppe Lupo

16. Come fossi solo
(Giunti) di Marco Magini

17. Ganymede e la notte dei cristalli
(Biblioteca dei Leoni) di Franco Massari

18. Oltre il vasto oceano
(Avagliano) di Beatrice Monroy

19. Nella casa di vetro
(Gaffi) di Giuseppe Munforte

20. La mia ora di vento
(Il Papavero) di Gerardo Pepe

21. La terra del sacerdote
(Neri Pozza) di Paolo Piccirillo

22. La vita in tempo di pace
(Ponte alle Grazie) di Francesco Pecoraro

23. Il desiderio di essere come tutti
(Einaudi) di Francesco Piccolo

24. Storia umana e inumana
(Bompiani) di Giorgio Pressburger

25. Venga pure la fine
(e/o) di Roberto Riccardi

26. Ovunque, proteggici
(nottetempo) di Elisa Ruotolo

27. Il padre infedele
(Bompiani) di Antonio Scurati

Cosa evinco? Per ora, quello che evincevo prima, e cioè che i criteri di cernita non sono lontani da quelli che immaginavo e che vi spiegherò. Ma per essere più scrupolosi – e dato che abbiamo tempo – analizzeremo insieme opera per opera, il perchè della scelta o del rifiuto e se davvero la rosa dei dodici è meritevole o meno. D’altronde c’è tempo fino a giugno, e vogliamo impiegarlo al meglio miei prodi.
Per ora vi lascio con i titoli in gara. Quali vi ispirano maggiormente? Per quali fareste il tifo? Raccontatemi la vostra, e seguiamo insieme il premio più commerc … ehm discusso dell’anno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...