LA VERITA’ ERA CHE GLI PIACEVA ANCORA

Sapeva – certo che lo sapeva, mica era scemo – di essere la causa principale, se non l’unica dell’insicurezza di Hannah. E ovviamente quella insicurezza ( sei arrabbiato con me? Perfavoreperfavoreperfavore posso farti la colazione?)  non faceva che renderla più fastidiosa. Ma lui non riusciva davvero a comportarsi in modo diverso. E quando si comportava male – quando scattava, quando guardava un’altra, eccetera – stava obbedendo a un impulso contro cui non poteva fare nulla. Eppure un tempo Hannah gli piaceva parecchio. Smise di vagare per casa e si fermò alla finestra, sbattendo gli occhi al cielo bianchissimo. La verità era che gli piaceva ancora. Persino adesso. Era questo che lo aveva confuso – e che continuava a confonderlo. La voce stentorea nella sua mente gli diceva che si era comportato da stronzo. Sapeva di aver fatto di tutto per mandarla in confusione. L’aveva guardata farsi piccola piccola, triste e nervosa, fino a diventare per certi versi qualcuno che Nate stesso stentava a riconoscere. Ma ogni volta che accennava a sentirsi in colpa per questo, si ripeteva che non la stava mica costringendo a restare con lui. Poteva lasciarlo quando voleva.

 

Amori e disamori di Nathaniel P 
Adelle Waldman

Annunci

2 pensieri su “LA VERITA’ ERA CHE GLI PIACEVA ANCORA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...