INCUBI E LUCI IN FONDO AI TUNNEL

Oggi è una giornata di sole stupenda amici miei, e io sono felice. Vedete, questa notte ho fatto un lunghissimo e intricatissimo sogno, talmente peso che mi sono svegliata che mi sembrava di non essere nemmeno andata a dormire da quanto è stato impegnativo. Prima che i simpaticoni che mi conoscano possano dire “n’atra vota” aggiungo che straordinariamente questo sogno qui ha avuto un lieto fine. Era un incubo terrificante, in cui due persone alle quali sono tremendamente legata rischiavano la vita. E li ho salvati entrambi! Cioè, ok una l’ha salvata il gong, e la guardia di finanza (non sto a raccontarvelo per intero perchè potreste prendermi davvero per matta) ma mi sono svegliata serena. Non sapete che angoscia siano i brutti sogni al risveglio. Alle volte nel buio prendo il telefono e compongo il numero di chi è implicato per assicurarmi che stia bene. Tranquilli mi fermo sempre in tempo, la razionalità mi impedisce di chiamare chiunque nel bel mezzo della notte. Ad ogni modo vi chiederete che cavolo centri tutto ciò. Ecco io sono felice perchè è la prima volta che un incubo si risolve bene. Non sto ad attaccarvi una pezza sul significato intrinseco dei sogni, anche perchè non ne so nulla – sarei comunque un caso umano da studiare – posso dirvi però che per la prima volta nella mia vita il mio inconscio disfattista ha lasciato spazio ad uno spiraglio di luce. La risoluzione, il “tranquilla andrà tutto bene”, quel briciolo di ottimismo che abbassa il ritmo cardiaco, che distende i nervi. E questa mattina appena aperti gli occhi, dopo aver informato i protagonisti del mio sogno che mi avevano fatta dannare per tutta la notte, e aver segnato nel mio taccuino ogni dettaglio per non scordarmi niente, ho proprio pensato, MENO MALE. Meno male che ancora esista un mondo in cui in fondo al tunnel trovi ancora un piccolo spiraglio di luce. O meglio un mondo in cui IO veda ancora speranza. Mi ha dato sicurezza, non sono ancora perduta. Durante la mia camminata quotidiana ho visto l’ambiente più luminoso, i colori più vividi, mi sono sentita più forte. Per una pessimista cronica sentire tutto questo è quasi preoccupante 🙂 Dite che mi devo provare la febbre? Che sarà?
Bè, resta il fatto che sono felice, spensierata (no ok spensierata è troppo anche per me) e con tanta voglia di fare. Vado a godermi il pomeriggio in un prato con un’amica a brindare agli imprevisti, e alle giornate così. Fatelo anche voi, godetevi quello spiraglio di speranza in fondo ai vostri tunnel di noia e di grigio. Vi farà sentire meglio 🙂 Buon pomeriggio lettori!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...