BOLOGNA CHILDREN BOOK FAIR | PRIMA PARTE : LE CASE EDITRICI ITALIANE

4 Aprile 2016 – La 53° edizione del BOLOGNA CHILDREN BOOK FAIR vede per la prima volta, udite udite, la partecipazione della Sim come visitatrice di massa. Alla buonora eh? Bè meglio tardi che mai. Ecco com’è andato il mio viaggio della speranza nella fossa dei libri per ragazzi.

12923090_1171405592904153_4539889711691903228_n

Il BOLOGNA CHILDREN BOOK FAIR (BCBF per gli amici) nasce come fiera di settore, e quindi seriosa e professionale. Non mi aspettavo certo di trovare Teletubbies formato gigante in giro, ma ci speravo. Leggo però che da oggi 8 Aprile a domenica 10 Aprile, i padiglioni orfani di agenti letterari e buyers ospiteranno il WEEK END DEI PICCOLI LETTORI. Si tratta di eventi e manifestazioni dedicate a grandi e piccoli comuni mortali. Della serie che si divertano almeno loro. Ma torniamo indietro nel tempo alla mia visita di lunedi: ho un biglietto per un giorno solo, che mi toccherà usare per mezza giornata nemmeno, perchè mi tocca pure lavorà (leggi: il mio reportage è di dimensione ridotta, parziale e poco approfondito).

Allora prima di tutto vorrei dire che le case editrici erano tantissime e ne avrò visitate si e no un quarto. Ecco una carrellata di stand che mi hanno incuriosita, stupita e fatto innamorare.

CASE EDITRICI ITALIANE

I LIBRI DI CAMILLA

in collaborazione con la casa editrice  UOVO NERO


In questo stand ho trovato questo nuovo modo di concepire la lettura seguendo il linguaggio WLS (widgit leterature symbols). Il nome Camilla è in realtà un acronimo per Collana di Albi Modificati Inclusivi per Letture Liberamente Accessibili. E’ stato concepito per dare a tutti i bambini, anche quelli che faticano a leggere per difficoltà di vario genere, il piacere di leggere e condividere gli stessi libri con gli altri bambini. Questi libri sono in cartonato spesso e sono tagliati e rilegati con il metodo SFOGLIA FACILE, per rendere la fruizione ancora più semplice.

Meravigliosa idea! E come uovo nero, anche altre case editrici hanno accolto con entusiasmo questo progetto e incluso nei loro cataloghi una selezione di titoli abbinati a questo linguaggio simbolico.

Questo slideshow richiede JavaScript.

VALENTINA EDIZIONI

Un’editore di MIlano che collabora con Francesco Brioschi Editore. La fautrice di questa collana in particolare è  Laura Bellini e la sua creatura è Eli sottovoce. Una libellula molto simpatica, tre avventure per il genere Silent Books, delle illustrazioni meravigliose. E’ una collana per tutti, non solo per i più piccini. Esistono i trailer di tutti gli episodi, vi allego solo quello del libro che sono riuscita a sfogliare. Che ne dite? Non è un’amore?

ZOO LIBRI

Una piccola casa editrice di Reggio Emilia molto particolare. Adorabili le illustrazioni, mi sono innamorata del libro “Per favore signor Panda” che trovate nella foto della galleria in un angolino in alto, un pò nascosto. Non è stramegasupercarino? Ok, comincio ad entrare nel mondo dello zucchero filato e dei confetti rosa. Visto? CI vuole solo un pò di allenamento 🙂

Questo slideshow richiede JavaScript.

IL CASTORO EDIZIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un’altra casa editrice Milanese. E anche questa volta ad attirare la mia attenzione è stato un libro in particolare, per l’esattezza “IL MANUALE DELLE 50 AVVENTURE DA VIVERE PRIMA DEI 13 ANNI”. A parte il packaging, e la rilegatura particolare, mi è proprio piaciuta l’idea. Un pò come 100 cose da fare prima dei 30, e robe cosi, ma a misura di bambino. Avevo già visto qualcosa del genere però nel turismo, Einaudi Ragazzi ha pubblicato delle guide della città da visitare a misura di bimbo. Ma questo qui li batte alla grande. Sono proprio avventure alla Tom Sawyer, 50 esperienze di una volta. Mi piace molto questa idea e spero ne sviluppino altre simili.

KITE EDIZIONI

Questo slideshow richiede JavaScript.

Della Kite edizioni posso dire che è quella che ho visto meno dal vivo perchè lo stand era preso letteralmente d’assalto. Buon segno, mi sono detta. E ho constatato, non solo che era pieno a ragion veduta – cioè perchè le illustrazioni sono una meraviglia TUTTE, oh non una non qualcuna, TUTTE tuttissime – ma forse anche perchè è una casa editrice che pensa ai dettagli. Per esempio, non avendo potuto sfogliare i libri dal vivo, mi sono dovuta accontentare del catalogo e di navigare nel loro sito web da casa, una volta rientrata. E’ il sito internet finora più funzionale e godibile di tutti. Immagini grandi, descrizioni approfondite, un e-commerce che funziona, spedizioni gratuite se spendi più di 30 euro, insomma, ci siamo, ci siamo davvero. E poi ci sono i libri, e il bello è che di questa edizione ci sono almeno 2 libri che avevo già visto in libreria e che mi avevano colpito prima ancora che venissi in fiera. Che dire, amore a prima vista.

E per questa parte di articolo siamo giunti alla fine. Vi aspettano altre due parti, quella relativa alle poche ma buone case editrici internazionali che ho visitato e quella relativa all’ Illustrators wall. Stay tuned.

S.

to be continued…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...